Il 31 agosto 1991 a Casciana Terme

QUELLA VISITA DEL PRESIDENTE DEL SENATO AL CAMPO DEGLI EROI

L'evento ricordato dalla Fondazione "Angiolo e Maria Teresa Berti"


 

CASCIANA TERME - Il 31 agosto del 1991,l'allora Presidente del Senato, Giovanni Spadolini,rendeva omaggio al Campo degli Eroi di Casciana Terme,poi sede della Fondazione "Angiolo e Maria Teresa Berti". Su espresso invito dell'amico Angiolo Berti, giornalista parlamentare e cascianese d'origine, Spadolini si soffermò in particolare davanti ai monumenti dedicati a Waletr Tobagi,giornalista del Corriere della Sera,trucidato trent'anni or sono ed ai rastrellati toscani nel Campo delle Caserme Rosse a Bologna, instradati in seguito dai tedeschi in Germania. Entrambi sono opera dello scultore livornese Bruno Cialdini.

Il primo raffigura le pagine aperte del Corriere della Sera,simbolo della libertà d'espressione e di pensiero, squarciate dall'ascia della violenza. Il secondo interpreta l'esperienza vissuta da Berti,allora giornalista de L'Avvenire d'Italia nel capoluogo emiliano. Furono decine gli internati che egli riuscì a salvare, nascondendoli nella propria abitazione e con il rischio di venire scoperto e fucilato assieme ai familiari. Per questi atti d'eroismo fu insignito di medaglia d'oro di benemerenza civile da parte del Comune di Lucca nel 1984 e della cittadinanza onoraria di Casciana Terme nel 1997

Nel suo applaudito intervento,il Presidente del Senato espresse sostegno alle parole iscritte sulla lapide "noti gli esecutori e non i mandanti assassini",sottolineando in particolare il ruolo della professione giornalistica a difesa della libertà di stampa. Di ferma condanna, furono anche le parole nel ricordo delle vittime della guerra e dei massacri delle popolazioni inermi.

La Fondazione "Berti", proprio nell'anniversario,ha voluto ricordare l'evento, posando una corona di fiori ai piedi delle lapidi.


 

GIAN UGO BERTI


 

(riproduzione vietata)


 

Commenti

Post popolari in questo blog

Le multinazionali ,i nuovi padroni del mondo

Portella della Ginestra:una strage di stato