Lettori fissi

Archivio blog

06 gen 2010


Piersanti Mattarella nel 1980 fu lasciato solo

OGGI,AVREBBE AVUTO ALMENO UNA SCORTA


Se Piersanti Mattarella avesse fatto oggi la propria denuncia pubblica circa la collusione fra mafia e politica in Sicilia,sarebbe stato messo senz'altro sotto protezione. 30 anni fa(6 gennaio) l'assassino compì invece indisturbato il gesto davanti ai familiari. Un segno evidente - in chiave storica - che nessuno aveva interesse a proteggere le Istituzioni,di cui egli era il massimo rappresentante regionale.

Non fu il primo a fare una netta scelta di campo e nemmeno l'ultimo. Tanti altri,dopo di lui,hanno pagato con la vita il loro impegno politico,professionale ed intellettuale. Lo Stato, è bene ricordarlo,viveva in particolare l'incubo del terrorismo,tanto che all'inizio si volle seguire quella pista. Fu poi solo dalle dichiarazioni dei pentiti che lo si commutò come delitto di mafia.

Da allora,passi avanti ne sono stati fatti. La risposta della gente di Sicilia che la pensa come Mattarella è lievitata,però molta strada deve ancora essere percorsa. Ma la speranza più forte risiede sopratutto nelle giovani generazioni,quelle cui Mattarella guardava con fiducia,quelle che di mafia vogliono sempre più leggere solo nei libri di storia.

Il Presidente della Fondazione

GIAN UGO BERTI

Nessun commento:

Posta un commento