Lettori fissi

Archivio blog

11 mar 2010



DALLA TOSCANA ALL'IRAQ
DALL'IRAQ AD ASSISI
PER LA PACE

Si è svolto ieri,10 marzo 2010,a Pisa,un incontro per la presentazione della Marcia per a Pace 2010 ad Assisi che si svolgerà a maggio.
L'incontro è stato occasione per illustrare il progetto "Un ponte per"che si occupa della promozione dei diritti umani e della riconciliazione interna dell'Iraq,paese dilaniato da anni di feroce dittatura e da guerra.
Hanno iniziato i lavori ,Pietro Pertici ,responsabile della Tavola della Pace e Cooperazione della Valdera e Martina Pignatti di Un ponte per".
Pertici e Pignatti hanno parlato del LOANF,la rete non violenta irachena che appunto lavora sul riconoscimento dei diritti umani e civili,riassumendo il lavoro fin'ora compiuto come promotori di pace.
L'incontro si' poi svolto in modo informale ,in una sorta di caloroso "live",molti gli interventi tutti inerenti ,sotto angolazioni talvolta diverse,a sostenere il progetto ideale della pace tra gli uomini,passando dalla conciliazione dei campi ristretti o reti personali ,ai campi allargati della risoluzione o,delle ipotesi di risoluzione,dei conflitti allargati,le guerre.
Sono intervenuti ,a sostegno dell'iniziativa ,rappresentanti degli enti locali e delle istituzioni:Marco Della Pina,presidente del corso di laurea in Scienze della Pace UNIPI,Ivan Mencacci,Presidente dei Comuni della Valdera e rappresentanti del presidente della Provincia e del Comune di Pisa.
A conclusione dei lavori ,molto atteso dal pubblico ,ha parlato Flavio Lotti,del Centro Ghandi e responsabile dell'oraganizzazione della Marcia per la Pace di Assisi.
Il suo intervento ,che ha spaziato sui temi della violenza nel mondo occidentale e sulla realtà della guerra in molti paesi del terzo mondo,ha finalizzato il tema portante della Marcia stessa.Lotti ha proposto come tema ideale della Marcia 2010 la presa di coscienza e la possibilità susseguente di pacifica opposizione alla crisi ideologica,morale ed economica che attanagli il mondo occidentale postindustriale.

SF

Nessun commento:

Posta un commento